Partono i lavori di ristrutturazione al Pronto Soccorso di Pesaro

Dal 16 ottobre e per circa un mese, il pronto soccorso dello stabilimento San Salvatore di Pesaro dell’azienda ospedaliera Marche Nord, sarà interessato da lavori di riqualificazione di tutti gli spazi. Il cantiere verrà gestito in quattro fasi che permetteranno l’alternarsi delle aree riqualificate per creare meno disagi possibili all’utenza e al personale sanitario che lavora nella struttura. I lavori che verranno realizzati sono necessari per la riqualificazione dell’intera pavimentazione.

“Gli interventi – spiega Edoardo Berselli, il direttore sanitario dell’azienda Marche Nord – non più procrastinabili, sono importanti per garantire la sicurezza di pazienti ed operatori sanitari. Siamo consapevoli che tali lavori, fino alla loro conclusione, potrebbero generare disagi e per questo, nel chiedere in anticipo pazienza ai cittadini, chiediamo la massima collaborazione di tutti per permettere di ridurre al minimo le difficoltà”.

“Per l’utente non ci saranno cambiamenti sostanziali – aggiunge Stefano Loffreda Direttore Unità Operativa Complessa Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza – l’attività e l’erogazione dei servizi non verranno intaccate: saranno garantite le sale per le emergenza e gli ambulatori. E’ stato fatto quanto in nostro potere per ridurre al minimo i disagi. Nonostante questo, si potrebbero creare momenti di particolare congestione e, di questo, chiediamo scusa in anticipo. Invitiamo gli utenti, sia pedoni sia quelli che accedono al pronto soccorso in auto, di seguire con attenzione i cartelli che verranno posizionati e che cambieranno di volta in volta a seconda delle aree interessate dal cantiere”.

Per lo svolgimento dei lavori sarà necessario modificare temporaneamente i percorsi di accesso e quindi gli spazi a disposizione con l’attuazione di percorsi alternativi. In particolare, per tutto il periodo, come adeguatamente verrà segnalato dai cartelli, sarà vietata la sosta nel piazzale antistante il Padiglione D che diventerà l’accesso alle ambulanze e ai veicoli che trasportano i pazienti, mentre nella prima fase, per i pedoni, non cambierà l’entrata. Si precisa infine che non ci sarà tolleranza per le auto che verranno lasciate nei luoghi vietati alla sosta. Queste saranno immediatamente rimosse.

13,365 Visite totali, 3 visite odierne

  • Questa pagina ti è stata utile?
  • No