COVID-19: aggiornamenti sull’organizzazione di Marche Nord

In applicazione delle indicazioni operative emanate dal Ministero della Salute e della regione Marche, finalizzate al massimo contenimento della possibile trasmissione del virus, visto il numero crescente di pazienti respiratori gravi da ricoverare in terapia intensiva e sub intensiva presi in carico dal Presidio Ospedaliero San Salvatore dell’Azienda ospedaliera Marche Nord, temporaneamente renderà tale presidio quale punto di riferimento per le terapie intensive e in acuzie per la cura dei pazienti con Corona Virus, mentre al presidio Santa Croce di Fano sarà garantita ai pazienti l’attività di emergenza-urgenza e indifferibile per gli utenti no covid-19.

Un’organizzazione che permette agli operatori di lavorare al meglio e soprattutto di garantire ai pazienti i migliori percorsi di cura possibile di elevata qualità per i pazienti Covid, ma anche per gli oncologici e altre patologie gravi. In particolare sarà il presidio di Fano ad ospitare il punto nascita, con la presa in cura della donna in gravidanza insieme dunque alla pediatria e al pronto soccorso pediatrico. Rimane al San Salvatore anche l’Emodinamica e il percorso per l’infarto al quale è dedicato un percorso clinico terapeutico adeguato.

AGGIORNAMENTO 15 MARZO 2020
Altri 38 posti letto per ricovero dei pazienti Covid -19 al presidio San Salvatore di Pesaro: 20 posti letto presso la ex Chirurgia e 18 in Neurologia destinati a pazienti dell’area medica sospetti o accertati Covid 19+. Inoltre sarà montata un’ulteriore struttura fuori dal pronto soccorso di Pesaro donata da un privato di Fano.

Recuperato personale con la riorganizzazione del presidio Santa Croce di Fano e l’accorpamento della Medicina 2 (comprensiva di Stroke Unit e Alta Intensità) con la Chirurgia in un’unica unità operativa al III° piano del Padiglione C, dedicato proprio alle emergenze medico chirurgiche. Tutti i pazienti che accederanno al Pronto Soccorso di Fano, verranno trattati come potenzialmente positivi al Coronavirus. Per questo saranno ricoverati  nel reparto ex Otorinolaringoiatria (padiglione B4 – primo piano), dove saranno disponibili 8 stanze ad uso singolo, e sottoposti automaticamente al tampone così da valutare, nel più breve tempo possibile, il loro trasferimento nelle unità operative delle emergenze medico-chirurgiche.

5,943 Visite totali, 1 visite odierne

  • Questa pagina ti è stata utile?
  • No