La dimissione è concordata con il medico ed avviene – di norma – in mattinata dopo la visita. In caso di richiesta di dimissione volontaria da parte del paziente o dei suoi familiari contro il parere del medico, lo stesso provvederà a far sottoscrivere al paziente una dichiarazione che solleva l’ospedale da ogni responsabilità.

Al momento della dimissione, al paziente viene consegnata la lettera di dimissione destinata al Medico di Medicina Generale. La lettera riporta le ragioni del ricovero, gli interventi diagnostico-terapeutici, la condizione del paziente alla dimissione, la terapia da svolgere a casa, i controlli successivi (o follow up), e le informazioni relative al collegamento tra l’ospedale e le strutture territoriali. La corretta comunicazione tra medico ospedaliero e medico di medicina generale è un elemento fondamentale della continuità assistenziale e di cura, specialmente con il rientro al proprio domicilio. Si raccomanda di far pervenire la lettera di dimissione al medico curante (anche detto “medico di famiglia”).

 7,832 total views,  9 views today

Ultima modifica:

  • Questa pagina ti è stata utile?
  • No