Cerca nel sito Avvia la Ricerca

Liste di attesa

Premessa

E’ in atto, a livello regionale, la riorganizzazione delle modalità di accesso alle prestazioni ambulatoriali, con la differenziazione dei primi accessi dagli accessi successivi e l’individuazione di spazi differenziati per l’erogazione delle prestazioni secondo tempi dettati da criteri di priorità clinica (Urgente a 72 ore, Breve a 10 giorni, Differibile a 30-90 giorni, Programmata a 180 giorni). Vedi normativa nazionale e DGR 1/2014, DGR 1012/2014).

Definizione di tempi di attesa

Concettualmente, il tempo di attesa in sanità nasce nel momento dell'insorgenza del bisogno e termina con la risposta fornita nel referto medico. Nella pratica, il tempo di attesa è rappresentato dal periodo che intercorre tra la richiesta di prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche, esami strumentali) e la loro effettuazione.

Metodologia di rilevazione dei tempi di attesa

Le rilevazioni dei tempi di attesa possono essere realizzate fondamentalmente in due modalità:

- "ex ante" (a priori), che consiste nella rilevazione (prospettica), in un determinato periodo indice, del tempo di attesa calcolato come differenza tra la data della richiesta della prestazione rivolta all'erogatore e la data di erogazione prospettata (rappresenta, in sostanza, il tempo d'attesa così come viene percepito dall'utente);

- "ex post" (a posteriori), che consiste nella rilevazione (retrospettiva) del tempo di attesa calcolato come differenza tra la data della richiesta rivolta dal cittadino all'erogatore e quella della prima disponibilità della prestazione.

Ogni visita ed esame ha un differente tempo di attesa. La definizione dei Livelli Essenziali di Assistenza che il Servizio Sanitario Nazionale si impegna a garantire a tutti i cittadini comprende il riconoscimento dell'erogazione delle prestazione entro tempi appropriati alle effettive necessita del paziente.

Inoltre concentrazioni periodiche dell'affluenza e l'eccellenza di alcuni servizi sono le cause principali di un possibile superamento dei tempi di attesa medi in alcuni casi.Tuttavia sono sempre rispettate le classi di priorità U e B indicate dal medico, che tengono conto delle condizioni cliniche del paziente.

Classi di priorità: Urgente, Breve, Differibile e Programmata

Le classi applicabili alle prestazioni di specialistica ambulatoriale sono:

"U" (Urgente): entro 72 ore, garantite attraverso agende dedicate all'interno di ogni Azienda Sanitaria. Si tratta di prestazioni la cui tempestiva esecuzione condiziona in un arco di tempo molto breve la prognosi a breve del paziente o influenza marcatamente il dolore, la disfunzione o la disabilità;

"B" (Breve): entro 10 giorni, per procedura di prima diagnosi (prima visita) riferita ad una prestazione la cui tempestiva esecuzione condiziona in un arco di tempo breve la prognosi a breve distanza del paziente o influenza marcatamente il dolore, la disfunzione o la disabilità.

"D" (Differibile): per procedura di prima diagnosi da eseguirsi entro 30 giorni per le visite ed entro 60 giorni per le prestazioni strumentali; si tratta di prestazioni la cui tempestiva esecuzione non influenza significatamene la prognosi a breve ma è richiesta sulla base della presenza di dolore o di disfunzione o di disabilità.

"P" (Programmata): per prestazioni programmate (da erogarsi in un arco temporale maggiore e comunque non oltre 180 giorni); si tratta di prestazioni che possono essere programmate in un maggiore arco di tempo in quanto non influenzano la prognosi, il dolore, la disfunzione, la disabilità.

Nel caso in cui il medico non abbia indicato il codice di priorità la prenotazione andrà in coda alla lista esistente delle prenotazioni senza classe di priorità.

I report riportano le rilevazioni dei Tempi di Attesa "ex ante" e "ex post".

TEMPI DI ATTESA DI VISITE ED ESAMI - ANNO 2017

TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI RICOVERO

Si riportano i tempi d'attesa dei ricoveri monitorati secondo la normativa vigente (DGR 1040/2011).

Ultima modifica: Mercoledì, 27/12/2017 9:13


A.O. Ospedali Riuniti Marche Nord
Piazzale Cinelli, 4 - 61121 Pesaro
Tel. 0721.3611
PEC aomarchenord@emarche.it
P.I. 02432930416
Presidio San Salvatore Centro
Piazzale Cinelli 4 - 61121 Pesaro
Centralino: 0721.3611
Presidio San Salvatore Muraglia
Via Lombroso - 61122 Pesaro
Centralino: 0721.3611
Presidio Santa Croce
Viale Vittorio Veneto 2 - 61032 Fano
Centralino: 0721.8821
Centro Unico di Prenotazione: 800.098.798
Regione MarcheO.N.D.A. Osservatorio Nazionale sulla Salute della DonnaMinistero della Salute
Feed RSS